FONDAZIONE MILANO

Premi

Sono 60 i premi ricevuti nel 2017 dagli studenti nei loro settori in ambito nazionale e internazionale.

Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti

Partecipare a uno dei più importanti festival cinematografici internazionali è un sogno che alcuni allievi della Scuola di Cinema Luchino Visconti hanno potuto realizzare già al primo anno di corso. Cortometraggi e documentari realizzati nell’ambito della Scuola sono stati selezionati e premiati in diversi eventi collaterali della 74° Mostra del Cinema di Venezia. Gli studenti del primo anno Fulvio Testaverde, Andrea Angaroni e Francesco Gori con il cortometraggio “Jacqueline” hanno ottenuto il secondo posto al contest filmico “Il Futuro di Milano”, realizzato da Fondazione Ente dello Spettacolo per Giardini d’Inverno e promosso da China Investment S.r.l. In questa occasione è stato anche presentato il Corto collettivo realizzato dai neodiplomati della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti di Milano con i migliori video selezionati tra tutte le opere inviate nell’ambito del concorso. Il documentario “A mio padre” di Gabriel Laderas e Alessio Tamborini, elaborato durante il corso di Documentario serale e realizzato con il contributo del bando MigraArti 2017 del MiBACT ha vinto il premio MigrArti per la miglior sceneggiatura e sarà proiettato nella sezione “Alice nella città” del prossimo Festival Internazionale del Cinema di Roma, nonché trasmesso su Rai Uno a novembre. Il premio finanzia progetti cinematografici, di teatro, di danza, di musica con al centro le tematiche di integrazione e la promozione di iniziative dedicate alla pluralità culturale.
Il documentario "Epigenetica – Come il nostro corpo memorizza il mondo", del diplomato Paolo Turro, realizzato dalla Civica Scuola di Cinema in collaborazione con consorzio Epigen, ha ricevuto il Premio Filmagogia Cinema e Formazione” Venezia 2017, promosso dalla Fondazione Filmagogia per premiare i video che meglio rappresentano l’importante contributo del Cinema nei diversi momenti di formazione. A maggio il documentario è stato presentato alla sede del CRN di Roma dopo aver vinto in autunno il Best Student documentary Raw Science Film Festival di Los Angeles.

“Il fuoco degli uomini” di Gaetano Mastrocinque, neo diplomato al corso di regia e Michele Grossi, neo diplomato al corso di sceneggiatura della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti è stato tra i diciannove finalisti della II edizione del concorso I LOVE GAI – Giovani Autori Italiani nato da un’iniziativa SIAE - Società Italiana degli Autori ed Editori in collaborazione con Lightbox.
Le ultime due soddisfazioni in tema diffusione dei prodotti della Civica riguardano il documentario “L’Oro dei giorni”, prodotto dalla Civica e realizzato Lèa Delbés, Federico Frefel, Greta Nani, Michele Silva durante il corso di Documentario, tutorato da Giuseppe Baresi, Tonino Curagi e Anna Gorio. Il documentario ha ricevuto Domenica 8 ottobre la Menzione Speciale della Giuria della terza edizione del Festival Internazionale del documentario Visioni dal mondo.
Mentre grosse aspettative riguardano il cortometraggio di animazione “Under the skin” realizzato sulle musiche di Luigi Suardi (Civica Scuola di Cinema Claudio Abbado – Corso di Musica per le Immagini) dalla nostra diplomata di Digital Animation Elena Meneghetti che verrà proiettato in questi giorni in concorso al Festival Internazionale Anim’est di Bucarest.

A questi ultimi riconoscimenti si uniscono molte soddisfazioni che hanno costellato l’anno 2016/2017 di Fondazione Milano.
All’inizio di luglio il più importante premio letterario italiano, il premio Strega, è andato al libro “Le otto montagne” pubblicato da Einaudi e scritto da Paolo Cognetti, diplomato in Sceneggiatura e ora docente della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti. Il libro aveva già conquistato, il 13 giugno, il Premio Strega Giovani.

Tornando all’ambito cinematografico, è stato un anno particolarmente ricco di soddisfazioni per i documentaristi che hanno collezionato risultati in ambito nazionale e internazionale.
A novembre, “Who is the superhero?” corto di Antonino Valvo, diplomato e collaboratore della Civica Scuola di Cinema, ha vinto come miglior film al Trailer Film Festival in Indiana U.S.A. Ha collaborato al progetto anche Ramona Mismetti, diplomata e docente di Digital Animation. Sempre a novembre Alessandro D'Onghia con il suo lavoro per l’azienda azienda Fluid-o-Tech ha ricevuto al Premio Pubblicità progresso il premio speciale del concorso "Regista d'impresa", la campagna cross mediale di comunicazione promossa da Assolombarda, quest’anno dedicata al metalmeccanico e al meccatronico.
Il documentario del diplomato Claudio Casazza “Un altro me” ha vinto il Premio del Pubblico al Festival dei Popoli in collaborazione con il premio MYMOVIES.It – Il cinema dalla parte del pubblico. Mentre all’ultima edizione del Filmmaker Festival, a dicembre 2016, “I compagni sconosciuti”, documentario realizzato da Lorenzo Apolli, diplomato al corso di documentario, si è aggiudicato il secondo premio nella sezione Prospettive.
Nel mese di aprile, "Ferruccio. Storia di un Robottino" viene premiato all'Utah Film Award. Nel troupe del film, che ha vinto il premio come miglior cortometraggio, numerosi docenti e diplomati della Civica Scuola di Cinema tra cui: Antonino Valvo, Luca Sabbioni, Ramona Mismetti, Maddalena Oppici, Fabio Possanzini e Davide Botturi.
A maggio al Festival di Valdarno Fedic, il Giglio Fiorentino D’Argento per la miglior fotografia è andato al diplomato Francesco Di Pierro per il film “Moby Dick” di Nicola Sorcinelli. Sempre per la fotografia è da segnalare Andrea Mammoliti, diplomato del corso di ripresa e direttore della fotografia del corto "Il Nostro Piccolo Segreto", vincitore del Primo Premio al Concorso "La ricerca nel quotidiano". Al Pietrasanta Film Festival Marco Musso con il film "Samanta" e Michele Greco con il film "Natalie" sono stati premiati nella sezione riservata alle scuole.
A giugno, il documentario contro la violenza sulle donne “L'amore che sbrana”, prodotto dalla Civica Scuola di Cinema e diretto da Mariella Bussolati diplomata nel 2013, ha vinto il Best documentary all'Eurovision Palermo Film Festival, che si aggiunge alle precedenti segnalazioni al New York festival of New Cinema e al Roma Cinema Doc. Al Working Title Film Festival, il documentario “I Giganti della Montagna” di Silvia Berretta, diplomata del corso di Videoreporter nel 2016, ha vinto il Premio Campo Lungo, promosso in collaborazione con Coldiretti Vicenza.
Guglielmo Trupia e Chiara Tognoli hanno curato il montaggio del documentario “Yvonnes” di Tommaso Perfetti che si è aggiudicato il Premio della Giuria "George" come Film più Innovativo nella categoria Mediometraggi alla 48a edizione del prestigioso Festival Vision du réel a Nyon.
In luglio, il corto in in stop-motion “I mostri non esistono” dei diplomati Ilaria Angelini, Luca Barberis Organista e Nicola Bernardi, si è aggiudicato il premio del pubblico per il Miglior Cortometraggio e il Premio Qualità FriulAdria per l’animazione offerto dal Gruppo Cariparma Crédit Agricole alla XIV edizione del FMK International Short Film Festival di Pordenone. Il corto sarà presente in concorso, solo nel prossimo mese, a ben 7 festival internazionali, tra cui i prestigiosi ISFVF di Pechino e Etudia&Anima di Cracovia.Il cortometraggio è accompagnato da una colonna sonora realizzata dagli studenti del corso di Musica per l’Immagine della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado Cristian Labelli e Simone Di Leonardo.

Civica Scuola Interpreti e Traduttori Altiero Spinelli

Anche per i traduttori della Civica Scuola Interpreti e Traduttori Altiero Spinelli è stato un anno pieno di riconoscimenti. Martina Ricciardi, diplomata con specializzazione in traduzione letteraria e traduttrice dall’inglese e dal russo, ha vinto il Premio per la traduzione HarperCollins “per la scorrevolezza dello stile, la capacità di mantenere il ritmo dell’originale e per la freschezza con cui ha saputo rendere la voce della protagonista anche grazie a un’accurata scelta dei vocaboli”.
Nadia Cazzaniga ha vinto a Firenze il primo premio della sezione traduzione al 36° Concorso di Poesia “Il Fauno” , dopo aver ottenuto il Premio di poesia "Città di Forlì" (sezione Traduzione), per la traduzione di una selezione di filastrocche per l'infanzia tratte da Cautionary Tales for Children (1907) e New Cautionary Tales for Children (1930) dell'autore inglese Hilaire Belloc.

A marzo, i prestigiosi Awards della società di media e di ricerca Le Fonti hanno premiato nella sede di Borsa Italiana a Palazzo Mezzanotte una selezionata rosa di 30 aziende di eccellenza italiane che hanno saputo distinguersi per innovazione e leadership nei rispettivi settori. Tra queste anche Trans-Edit, fondata da due diplomate della Scuola,quale campione d’innovazione tecnologica e digitalizzazione di processo nella categoria Language Service Provider (fornitore di servizi linguistici)”.

Civica Scuola di Musica Claudio Abbado

Alla Civica Scuola di Musica Claudio Abbado sono stati gli allievi di pianoforte a ottenere molti premi. A luglio, Lorenzo Tomasini ha vinto il Primo Premio assoluto al IV Concorso Pianistico Nazionale "Villa Oliva", categoria F. Momo Ichikawa si è aggiudicata il primo premio al 15º Concorso Internazionale Premio Città di Padova con 98/100, il punteggio più alto della sua categoria. Maria Bagalà, 9 anni ha vinto il primo Premio assoluto nella categoria A della XX edizione del Concorso Internazionale di Musica "Giovani talenti - Val Tidone". Nel medesimo concorso Marco Drufuca, 14 anni, ha vinto il Primo premio nella categoria B, col punteggio di 97/100. Federico Medaglia Schoenfeld si è classificato primo nella Sezione I Categoria B della IX Rassegna Musicale Internazionale "F. Mendelsshon" ad Alassio in aprile. Federico ha vinto anche il primo premio al 4° Concorso Pianistico Internazionale “Bruno Bettinelli” nella categoria II, il Premio speciale "Gallerani" e il primo premio al XXIV Concorso Musicale Internazionale "Vittoria Caffa Righetti" col punteggio di 97/100. Andrea David ha vinto il Primo premio assoluto al Concorso Pianistico Internazionale "D. Scarlatti" (Carpenedolo, BS), per la categoria D. Nella giuria pianisti di fama internazionale. La premiazione si è svolta a Palazzo Laffranchi.
Il duo Francesca Bonessa (violino) e Stefano Damiano (pianoforte) ha vinto il primo premio "International Music Competition London" Grand Prize Virtuoso 2017. Allo stesso concorso, Giacomo Borali è risultato vincitore del primo premio assoluto nella categoria solisti, suonando la Zingaresca di Pablo de Sarasate. Gli allievi vincitori si sono esibiti alla Elgar Room della Royal Albert Hall di Londra.
A maggio, con Trio per 1 di Nebojsa Zivkovic, Diego Guaglianone, Jacopo Martignoni, Simone Leoni hanno vinto il 1° Premio assoluto 100/100 nella Categoria Trio nella 3a edizione del Concorso nazionale da Camera per Giovani Artisti di Milano.
Mattia Marelli ha vinto il primo premio al 1° Concorso Internazionale di organo antico "Fondazione Prioria della Torre". La Fondazione Prioria della Torre ha il compito di tutelare e valorizzare il patrimonio culturale della chiesa di San Sisinio a Mendrisio. L’organo che si trova nella chiesa è catalogato tra i più antichi e più belli del Cantone ed è protetto dai Beni Culturali.
Alberto Mancini (pianoforte) e Marco Castello (tromba), diplomati dei Civici Corsi di Jazz, hanno vinto, con composizioni orchestrate per più strumenti, un premio come giovani meritevoli nell'arte di comporre jazz. Il concorso è stato bandito da UNCLA - per gli autori e gli artisti. Il premio UNCLA è nato su iniziativa del Ministero dei Beni Culturali.
Con l'aria di Norina, tratta da Don Pasquale di Donizetti, “Quel guardo il cavaliere.. so anch'io la virtù magica.” il soprano Laure Kieffer ha vinto il premio "Grazia Cavanna - miglior talento giovanile" nell'ambito dell'XI edizione del Concorso Internazionale di canto "Rinaldo Pelizzoni" di Sissa (PR).

Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi

Alla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi alla fine di settembre Olimpia Fortuni, danzatrice diplomata del corso di Teatrodanza, ha vinto con Soggetto senza titolo il Premio del Pubblico nell’ambito del Premio GD'A premio biennale offerto dalla Rete Anticorpi e dalla Fondazione I Teatri di Reggio Emilia, che vuole essere uno strumento a favore della creazione artistica, della ricerca e della promozione della danza contemporanea.

Si è festeggiata a luglio la vittoria dell’edizione del trentennale del Premio Scenario per “Un eschimese in Amazzonia” terzo capitolo della “Trilogia sull'identità” della compagnia Baby Walk formata da Livia Ferracchiati e con al suo interno drammaturghi, danzatori e attori usciti dalla Scuola (Greta Cappelletti, Laura Dondi, Linda Caridi, Lucia Menegazzo, Alice Raffaelli). Sempre Livia Ferracchiati a maggio aveva ricevuto il premio Hystrio Scritture di Scena 2017 con il suo “Stabat Mater”, che, come si legge nella motivazione “colpisce per personalità e originalità. Un raro esempio di riuscita commedia italiana dal sapore anglosassone. All’interno di una struttura drammaturgica complessa e gestita con mano ferma, spiccano dialoghi credibili e incalzanti, ricchi di una destrezza ironica”. La giuria del premio ha deciso anche di segnalare “Trittico delle bestie” del diplomato Niccolò Matcovich.

Sempre nell’ambito del Premio Hystrio, il “Premio Ugo Ronfani” è stato attribuito a Federico Gariglio, ventiduenne piemontese ancora impegnato negli studi alla Paolo Grassi, che “convince e stupisce per la verve stralunata e la drammaticità sottintesa”. Accanto ai vincitori, la giuria ha ritenuto opportuno segnalare: Giuseppe Palasciano, pugliese, diplomato alla Scuola Paolo Grassi di Milano, per “la versatilità dei registri interpretativi e di repertorio”.

Ad aprile i tre diplomati del corso attori, Tomas Leardini, Daniele Pitari e Marcello Mocchi, che hanno formato il trio comico Trejolie, hanno vinto l’edizione 2017 di Italian’s Got Talent, show televisivo con edizioni in quasi tutto il mondo.