In favore della tenerezza

Reloaded#2 - LA DANZA

2017/2018 Un anno di Danza alla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi

Immagini, video e titoli, danzare con passione e creatività

Tragedie Extended” coreografia di Olivier Dubois con il Secondo e Terzo Corso Danzatori
9 e 10 marzo 2018 – ore 20:30 Sala Teatro
Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi Via Salasco, 4 – Milano
_______________________________________________________________

Dopo la lunga rassegna di danza MORSI 2017 con cui anche quest'anno, per il quarto anno di seguito, rinnoveremo il patto della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi con la città di Milano e con il pubblico che ci raggiunge da ogni dove, l'anno accademico per l'atelier di Teatrodanza coordinato da Marinella Guatterini ha preso il via dedicandosi prevalentemente alla pura fase di formazione. Una fase lunga e molto impegnativa per l'avvicendarsi di tecniche, discipline e soprattutto figure di spicco che si sono dedicate ai nostri danzatori delle tre classi di Teatrodanza.

Il primo grande incontro per quest'anno è stato quello del Secondo e Terzo Teatrodanza con Olivier Dubois, annoverato tra i più importanti coreografi al mondo che, con Sandra Savin la sua assistente, ha tenuto per la prima volta una Masterclass in una Scuola di Teatro italiana e con allievi-danzatori italiani. Da questa Masterclass è nato lo spettacolo Tragedie Extended che, a dispetto del nome scelto dal coreografo, è la versione abbreviata e in forma di workshop del suo più famoso Tragedie. Eccone un assaggio in un teaser di Andrea Linke

Dscf5103 Phmarinaalessi Web
Marina Alessi

Soggetto Perduto” coreografia di Luca Veggetti con il Terzo Corso Danzatore
27 e 28 aprile 2018 – Sala Teatro
Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi Via Salasco, 4 – Milano
_______________________________________________________________

Venerdì 27 aprile, nella Sala Teatro di Via Salasco 4 è andato in scena Soggetto Perduto una creazione di Luca Veggetti, coreografo newyorchese ospite abituale della Paolo Grassi, che è ritornato dopo alcuni anni di assenza alla classe di Teatrodanza, coinvolgendo i Danzatori del Terzo Corso in questa composizione che Marinella Guatterini, coordinatrice del corso ha definito “…Gioiellino di scrittura compositiva nello spazio e nel tempo, sui meravigliosi "44 Duetti per due violini" di Béla Bartók”.
Un lavoro originariamente di natura pedagogica, e quindi di difficoltà di esecuzione progressiva, dove Bartók utilizza in modo assolutamente personale motivi, danze e canti popolari di tutto l’est europeo fino a quelli di origine araba.

Dscf8259 Phmarinaalessi Web
Marina Alessi

In favore della Tenerezza” coreografia di Julie Ann Anzilotti con il Primo Corso Danzatore
8 e 9 giugno 2018 – Sala Teatro
Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi Via Salasco, 4 – Milano
_______________________________________________________________

L'appuntamento annuale più atteso del Primo Corso Danzatore è quello con Julie Ann Anzilotti , la masterclass condotta con Paola Bedoni, la sua assistente, che accompagna tutto il Corso verso la prima importante tappa dell'esperienza in accademia.
In favore della tenerezza è un lavoro per giovani danzatori sull'amicizia, sulla possibilità di affidarsi, sulle molteplici sfaccettature dell'appoggio e della mancanza di appoggio;sui ritmi della forza e del suo opposto, la fragilità; sulla speranza condivisa con altri o il non riuscire ad intravederla; sull'impazienza in contrasto con la tenerezza.
Si articolerà fra brevi assolo, duetti, quartetti e momenti d'insieme.

Dsc09242
Alberto Calcinai

Appena prima del respiro” coreografia di Julie Anne Stanzak con il Primo e Secondo Corso Danzatore
20 e 21 luglio 2018 – Sala Teatro
Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi Via Salasco, 4 – Milano
_______________________________________________________________
Julie Anne Stanzak, danzatrice storica del Tanztheater di Pina Baush, a Wuppertal ha accompagnato il Terzo corso Teatrodanza durante tutto il suo lavoro finale con una masterclass intensa, ai limiti della passione pura. Coinvolti il Terzo ed il Secondo corso Danzatore, quindi in scena per questo spettacolo abbiamo visto "25 cuori che battono, toccando la propria solitudine incontrano la comunità, nutrendosi di idee grandiose e austere sulla bellezza e sulla vita reale. Sono i creatori, gli esploratori, i cercatori che creano, esplorano e cercano di esprimere l'enigmatica ironia, l'estasi e la meraviglia di essere umani".

Dscf1354 Phmarinaalessi Web
Marina Alessi

Dscf1539 Phmarinaalessi Web
Marina Alessi