Buco nero in fondo al tram

Giovedì 16 maggio - ore 20:00 || Venerdì 17 maggio - ore 20:00 || Sabato 18 maggio - ore 20:00 || Domenica 19 maggio - ore 16:00 - Sala Teatro, Via Salasco, 4 Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi

Un lavoro collettivo che utilizza testi, musiche e poetica di Enzo Jannacci realizzato in maniera corale dal Primo Anno della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi

Terzo appuntamento con la poetica dei cantautori italiani per dar voce agli interpreti del Primo Anno

Debutta giovedì 16 maggio alle ore 20:00 (repliche 17 - 18 - 19 maggio) Buco nero in fondo al tram, un progetto della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi che, a partire dalla struttura del Coro nella tragedia greca, utilizza testi e musiche di Enzo Jannacci come ispirazione scenica, verbale e musicale.

Buco nero in fondo al tram nasce dalla volontà di Giampiero Solari, direttore della Paolo Grassi, di far interagire, sin dal primo anno e per tutto il percorso didattico, le diverse discipline nel loro insieme, unendo diversi linguaggi artistici in un unico progetto creativo: la condivisione tra questi elementi, possibile in Italia solo alla scuola Paolo Grassi, rendono questo progetto unico ed originale e segna la predisposizione al rinnovamento che ha sempre caratterizzato la Scuola Paolo Grassi.

Il flusso del racconto corale in Buco nero in fondo al tram, attraversa momenti diversi della poetica di Jannacci: dal viaggio nella quotidianità notturna milanese, ai brani più conosciuti che fanno parte dell’immaginario della canzone d’autore italiana, fino a storie che possano raccontare il mondo del lavoro.

Guarda tutte le foto di scena

Da un progetto didattico di Giampiero Solari - Direttore della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi

RESPONSABILE CANTO E VOCE - Emanuele De Checchi, docente di canto corale
RESPONSABILE COREOGRAFIA - Paola Bedoni, docente di improvvisazione
TUTOR DRAMMATURGIA - Emanuele Aldrovandi, docente di drammaturgia
RESPONSABILI REGIA E COORDINAMENTO GENERALE - Vittorio Borsari e Eleonora Moro, docenti di recitazione e regia
COORDINAMENTO DIDATTICO DEL PROGETTO - Giampiero Solari, direttore della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi

Interpreti

Primo Corso Teatrodanza
Filippo Bonacchi, Rafael Candela, Viola Cantù, Caterina Cescotti, Miriam Checconi, Manuela Victoria Colacicco, Deborah Congedo, Federica D’Aversa, Rossella Del Vecchio, Martina Di Prato, Alberto Facchetti, Emanuele Marchetti, Isabella Moretti, Lautaro Munoz, Emma Rebughini, Miriam Tagliavacche

Primo Corso Attore Teatrale
Giulia Agosta, Ludovica Baiardi, Elia Galeotti, Riccardo Giacomella, Silvia Guerrieri, Michele Marullo, Gennaro Mazzuoccolo, Eleonora Mina, Miriam Moschella, Maria Azul Parente, Lorenzo Prevosti, Simone Roberto Ruvolo, Edoardo Nicola Spina, Marco Trotta

Primo Corso Autore Teatrale
Giulia Cermelli, Giorgia Colantuono, Matilde Marras, Eliana Rotella

Primo Corso Regia Teatrale
Athos Mion, Alessandro Paschitto, Giulia Sangiorgio, Emily Tartamelli

Secondo corso Organizzatore dello Spettacolo
Anna Sofia De Santis, Vittorio Stasi

Pio Manzotti, Alice Capoani, Mattia Franco per la scenotecnica
Enza Bianchini e Nunzia Lazzaro
per i costumi
Paolo Latini, Simona Ornaghi
per le luci

Hubert Westkemper, consulenza didattica sound design
Daniela Bestetti
, consulenza didattica light design
Marina Alessi, fotografo di scena

Si ringrazia la segreteria di direzione per la collaborazione, in particolare Roberta Paparella per la comunicazione, Nadia Naro per il coordinamento logistico ed organizzativo della didattica

NEWS CORRELATE

Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi

DOV'E' LA STRADA PER LE STELLE

17-20 maggio 2017
Sala Teatrale - Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi
via Salasco, 4 - Milano
Un lavoro collettivo che utilizza testi, musiche e poetica di Lucio Dalla, realizzato in maniera corale dai Danzatori, Attori,Autori e Registi del Primo Anno della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi con la collaborazione del  Secondo Corso Organizzatore dello Spettacolo, a cui hanno partecipato attivamente ed in collaborazione insegnanti di diverse discipline.

CONTINUA