Castello 1015

13 aprile - Incontri Musicali con l'Orchestra Barocca, al Castello Sforzesco, ore 16.00, - 5/3 euro fino a esaurimento posti

Sospirate alme celesti, lagrimate, o selve, o campi - Poesie per musica sopra l’Euridice - Mara Galassi, maestro del concerto

Concerto dedicato ad Alessandra Saba, in memoriam

Incontri Musicali con l'Orchestra Barocca della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado - XV edizione

Milano, Castello Sforzesco, Sala della Balla, ore 16.00, 5/3 euro fino a esaurimento posti
1 dicembre 2018/25 maggio 2019
in collaborazione con il Civico Museo degli Strumenti Musicali di Milano

13 aprile 2019
Sospirate alme celesti, lagrimate, o selve, o campi
Poesie per musica sopra l’Euridice
Concerto dedicato ad Alessandra Saba
in memoriam

Orchestra Barocca della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano
Mara Galassi, maestro del concerto


Programma

Jacopo Peri (1561 -1633)
Io che d’alti sospir, Prologo da Le Musiche sopra l’Euridice, Firenze 1600
Vaghe Ninfe Amorose, da Le Musiche sopra l’Euridice

Giulio Caccini (1550 - 1618)
In mille guise e mille
Dal canto al ballo
da L’Euridice, Firenze 1600

Luigi Rossi (1597 - 1653)
E che mi date in dono, da L’Orfeo, 1647

Jacopo Peri
Per quel vago boschetto
Cruda morte, Sospirate alme celesti
da Le Musiche sopra l’Euridice

Alessandro Scarlatti (1660 - 1725)
Poi che riseppe Orfeo, cantata per soprano e basso continuo

Joseph Haydn (1732-1809)
Rendete a questo seno, da L’Anima del Filosofo, 1791

Christoph Willibald Gluck (1714 - 1787)/Johann Christian Bach
Del Silenzio, la Pace, Da Orfeo ed Euridice, versione di Napoli, 1774

Louis Lully (1664 - 1734)
Ah: que j’eprouve bien da Orphée, 1690

Luigi Rossi (1597 - 1653)
Venga dunque Euridice da L’Orfeo, 1647

Stefano Landi (1587 - 1639)
Godete pur mortali da La morte di Orfeo, 1619

Il concerto dedicato ad Alessandra Saba, un tempo studentessa della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, ruota attorno alla figura di Euridice, ninfa della mitologia greca che, con Orfeo, da sempre ispira poeti e musicisti.

_________________________

Nata a Milano, Mara Galassi ha studiato arpa moderna sotto la guida di Luciana Chierici presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado), diplomandosi presso il Conservatorio di Pesaro nel 1976. Ha seguito corsi di perfezionamento a Londra con David Watkins e a Zurigo con Emmy Huerlimann. Ha suonato con le orchestre della Rai di Milano e Napoli, del Maggio Musicale Fiorentino e dell’Opera di Genova; dal 1980 al 1989 ha ricoperto il ruolo di prima arpa presso il Teatro Massimo di Palermo. Dal 1984 si è dedicata all’esecuzione del repertorio rinascimentale e barocco sull’arpa doppia, perfezionandosi al Conservatorio di Rotterdam con David Collyer (vincitrice di borsa di studio) e al Sarah Lawrence College di New York sotto la guida di Patrick O’Brien (vincitrice di borsa di studio Fulbright). Ha seguito a Londra i corsi di musicologia di Michael Morrow ed è socio fondatore della Historical Harp Society e attuale membro della Historical Harp Society of America. Svolge intensa attività concertistica come solista e in collaborazione con i più prestigiosi gruppi di musica antica d’Europa: Concerto Vocale (dir. René Jacobs), Concerto Italiano (dir. Rinaldo Alessandrini), Concerto Köln, Freiburger Barockorchester, Akademie fuer alte Musik Berlin, Concerto Soave (dir. Jean-Marc Aymes), Mala Punica (dir. Pedro Memelsdorff), Musica Petropolitana (San Pietroburgo). Ha inciso per Tactus, Symphonia, Ricordi, Arcana, Erato, Harmonia Mundi, Opus 111.
Per Glossa Music ha pubblicato Il viaggio di Lucrezia, musica italiana del primo Seicento (premiato con Choc de la Musique e Cannes Award), Les Harpes du Ciel, una raccolta di duetti per due arpe a crochet della fine del Settecento e A Microcosm Concerto, con musiche di Haendel. Per Harmonia Mundi, con la Freiburger Barockorchester, ha inoltre inciso il Concerto per arpa e flauto di Mozart. In collaborazione con Deda Cristina Colonna, danzatrice, attrice e regista, ha ideato lo spettacolo Voluptas Dolendi. I gesti del Caravaggio, attualmente disponibile in versione filmica (Art Film, Fondazione Marco Fodella, 2010). Dal 1989 è docente di arpa rinascimentale e barocca e musica da camera presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado.

ph Denise Prandini

Mara Galassi1 Rid

L'Orchestra Barocca della Civica, realtà unica in Italia, è costituita da studenti iscritti ai corsi di alta formazione della scuola e provenienti da tutto il mondo: Brasile, Argentina, Polonia, Giappone, Francia, Spagna, Grecia, Cile. L'Orchestra, che vanta normalmente un organico dai 15 ai 30 strumentisti, è spesso accolta in spazi prestigiosi, ed è guidata da maestri che insegnano all'interno dell'istituzione e da rinomati direttori ospiti: l'Istituto di Musica Antica della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, tra le altre attività, offre infatti agli studenti l'occasione di esibirsi con professionisti del panorama internazionale. I concerti aperti al pubblico sono il punto d’arrivo di un percorso di studio e concertazione che ha luogo presso Villa Simonetta, sede della Civica: nel corso di ogni anno accademico l’Orchestra prepara ed esegue alcune produzioni destinate all'esterno: il repertorio, per cui vengono utilizzate
copie di preziosi strumenti antichi, spazia dal primo Barocco fino al Classicismo.

L’ultimo concerto
25 maggio 2019
Shout, and blow the horns!
Concerto per la riscoperta di un suono
in occasione della ricostruzione di un corno barocco della collezione del Civico Museo degli Strumenti Musicali di Milano

Roberto Balconi, direttore