Fededegni E Carola A Villa Kerylos Nel 2016

23 gennaio ore 21.00 - Filippo Tuena e la Sonata di Léon Reinach 

con Filippo Tuena, autore de Le variazioni Reinach

con Ruggero Fededegni, violino, e Maria Pia Carola, pianoforte

Filippo Tuena Light

Si comunica cheFilippo Tuena e la Sonata di Léon Reinach, concerto-presentazione programmato per il 23 gennaio 2019 presso Villa Simonetta, sede della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, è stato annullato per motivi di salute e rinviato a data da destinarsi.

Milano, Villa Simonetta, via Stilicone 36
Mercoledì 23 gennaio 2019 ore 21.00 ingresso libero

Filippo Tuena e la Sonata di Léon Reinach
con
Filippo Tuena
autore de Le variazioni Reinach

e con Ruggero Fededegni, violino
Maria Pia Carola, pianoforte

Programma

Léon Reinach (Parigi, 1893 - Auschwitz, 1944), Sonata in re minore (1925)
Ernest Bloch (Ginevra, 1880 - Portland 1959), Baal Shem per violino e pianoforte (1923) - Nigum

La prossima ricorrenza della Giornata della Memoria del 27 gennaio offre alla Civica Scuola di Musica Claudio Abbado l’occasione di ricordare le vittime dell’Olocausto, il 23 gennaio, attraverso la presentazione del volume di Filppo Tuena, Le variazioni Reinach (2005 Rizzoli, Premio Bagutta 2006, ristampa rivista dall’Autore, BEAT 2015), e l’esecuzione della Sonata in re minore dello stesso compositore francese Reinach, con Ruggero Fededegni al violino e Maria Pia Carola al pianoforte.

Filippo Tuena ha rintracciato nella Biblioteca di Harvard una delle poche copie rimaste della partitura della rara Sonate en ré mineur pour violon et piano, pubblicata nel 1925 e unica composizione del musicista a noi giunta: da qui nasce il volume Le variazioni Reinach.
Appartenente a una delle famiglie più ricche e colte della Francia tra la metà dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento, Reinach fu internato e ucciso ad Auschwitz nel 1944, con la moglie Bèatrice e i due figli Fanny e Bertrand. La sua tragica parabola umana e artistica rende particolarmente suggestivo riproporre oggi la sua musica.
La Sonate che sarà eseguita nel corso della presentazione del romanzo di Tuena è stata incisa nel 2005 per Sony-BMG da Maria Pia Carola, pianoforte, e Ruggero Fededegni, violino, in occasione della prima presentazione del volume a Milano.
__________________________________________________________

Filippo Tuena
Filippo Tuena (Roma, 1953) è autore di saggi di storia dell’arte e di romanzi. Tra i suoi libri Tutti i sognatori, Super Premio Grinzane-Cavour 2000; Le variazioni Reinach, Premio Bagutta 2006; Michelangelo. La grande ombra, 2008; Stranieri alla terra, 2012. Ha inoltre curato di Robert F. Scott. I diari del Polo, 2009 e il fotografico Scott in Antartide, 2011; Memoriali sul caso Schumann (2015). È in corso di pubblicazione, per il Saggiatore, Le galanti, quasi un’autobiografia.

Ruggero Fededegni
Figlio d'arte, ha iniziato gli studi musicali con suo padre, diplomandosi poi presso il Conservatorio “Verdi” di Milano con Giuseppe Magnani. A 11 anni è stato premiato con una borsa di studio della RAI e, ancora studente, è stato più volte vincitore di importanti concorsi nazionali (Carpi, Vittorio Veneto). Nel 1977 è stato invitato da Franco Gulli presso la Bloomington School of Music (Indiana, USA) dove ha frequentato i corsi di Starker, Sebok e Ginggold; per alcuni anni ha studiato a Ginevra con Corrado Romano. Ha collaborato in formazione cameristica con il Teatro alla Scala, facendo parte del complesso dei Solisti della Scala, e dal 1976 è docente di violino presso la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado di Milano. Solista d'elezione, Ruggero Fededegni si esibisce in formazioni cameristiche e svolge anche attività con il violino barocco. Con l'Ensemble Pian&Forte ha registrato diversi CD e ha partecipato ad importanti manifestazioni. Con Maria Pia Carola ha eseguito più volte e registrato per Sony la Sonata di Reinach, tornata alla luce grazie alle ricerche dello scrittore Filippo Tuena correlate alla pubblicazione de Le Variazioni Reinach (Rizzoli 2005).

Maria Pia Carola
Si è diplomata al Conservatorio di Milano con il massimo dei voti e la lode, perfezionandosi con i migliori maestri (Diploma di Merito dell’Accademia Chigiana con Guido Agosti e studi con Paul Badura-Skoda, Franco Scala, Boris Petrushanskij e Lazar Berman). Ha partecipato a concorsi nazionali e internazionali vincendo cinque primi premi.
Ha iniziato la sua carriera molto giovane e tuttora svolge attività come solista tenendo recital in teatri e sale da concerto in Italia, in tutta Europa, Stati Uniti, Argentina, Sud Africa, Giappone. Ha suonato con numerose orchestre e in sale prestigiose, riscuotendo sempre ampi consensi di pubblico e critica. Di lei si apprezzano “…la naturale espressività, la raffinatezza interpretativa e la capacità di alternare effetti sonori coloristici di vivida lucentezza a momenti di ispirato lirismo…” (Svata Vinal).
Il suo repertorio spazia da Bach ai grandi della letteratura pianistica del primo ‘900. Ha in repertorio l’opera omnia di Ravel e include volentieri nei suoi programmi brani di autori contemporanei e jazz. Svolge un’intensa attività cameristica collaborando con numerosi musicisti in varie formazioni. Ha fondato ed è direttrice didattica del CMT (Centro Musicale Territoriale) di cui cura anche le stagioni concertistiche. È docente al Conservatorio “G. Verdi di Milano”. Ha inciso per Sony e Symposium.